Fibrae et Terram

Nuovi ed innovativi sistemi costruttivi brevettati

“super-industriali” e “green-economy”

«…con questi sistemi, muratori e carpentieri non sono più indispensabili…»

Dr.Ing Nicola Angelo Vitullo

HOME

FIBRAE ET TERRAM
La nostra finalità è quella di dare sistemi costruttivi innovativi e più evoluti alle imprese che non dispongono di capitali elevati dandogli forte competitività pur costruendo nel rispetto delle normative.
L’originalità di questo insieme di soluzioni è che i manufatti in questione sono realizzabili a mano o con l’aiuto e l’impiego di macchine confezionatrici non complesse. Il supporto ”pannello” nei nostri progetti è in materiale biologico ma si possono benissimo utilizzare altri materiali come il polistirene.
I risultati che si ottengono sono validi ed interessanti perché ci permettono di restare nella logica dell’ottenimento di:

• bassi costi produttivi
• alta qualità abitativa
• industrializzazione di piccoli cantieri.

La tipologia innovativa del pannello doppio in versione terra cruda risolve i problemi dell’antisismica offrendo i massimi requisiti e vantaggi dell’abitare biologico. La composizione dei pannelli è di soli componenti biologici facilmente reperibili sul posto dove si deve costruire e quindi a costo zero o a bassissimo costo. Al proposito di facilitare comunque il reperimento della materia prima del posto dove si deve costruire abbiamo previsto due tipologie di pannello. Essi sono preparati, costruiti, realizzati e biologicamente protetti con componenti naturali dall’attacco di micro-organismi. I processi di industrializzazione studiati sono semplici, richiedono l’impiego di attrezzature di semplice meccanizzazione.
Le varietà delle composizioni degli impasti sono in realtà tre perché due riguardano i pannelli parete ed uno i manufatti per il getto dei solai. Al centro dei manufatti, cioè nel verso dello spessore del pannello, è collocata una leggerissima rete (vegetale, metallica o sintetica, secondo le indicazione dei responsabili progettisti, comunque collaborante nel doppio terra) allo scopo di migliorarne la coesione dell’impasto e rendere il pannello più resistente. Questi sistemi costruttivi già esistenti e di cui noi ne abbiamo assimilato il principio, vengono impiegati per la realizzazione di edifici a setti portanti o muri portanti. Il metodo dei pannelli modulari precostruiti, così come il nostro, facilitano l’industrializzazione di piccoli cantieri e quindi sono in grado di abbatte fortemente i tempi  ed i costi delle realizzazioni edilizie rispetto a quelle di tipo tradizionale. Inoltre volutamente, secondo le nostre finalità progettuali, esso dovrà coniugare non solo l’aspetto economico ma anche quello delle elevate qualità abitative rispettando le normative Europee (eurocodici 2  ed 8) “Sempre ed ovunque  venisse utilizzato nel mondo”.
I vantaggi maggiori di questi nostri brevetti li potranno avere gli utilizzatori di quei paesi poveri o del terzo mondo che volessero realizzare abitazioni sicure, di qualità, a prezzi decisamente bassi, con tempi di realizzazione fortemente ridotti e con facilità d’esecuzione. Una conseguenza positiva del loro utilizzo è una forte riduzione delle importazioni di quei materiali non prodotti in loco ma necessari alla costruzione. Anche l’installazione di una fabbrica produttiva avrà un costo modesto annullando quasi  i costi incidenti degli ammortamenti.
Le imprese che si orientano su questi sistemi costruttivi faranno anche una scelta di civiltà poiché oltre ad ottenere i vantaggi d’impresa contribuiranno alla riduzione delle emissioni in atmosfera dei gas ad effetto serra CO2  ed apporteranno unforte risparmio di energia dando una destinazione “nobile” alla paglia e alla carta derivante dalla raccolta differenziata trasformandola da costo a ricchezza e posti di lavoro.

Leave a Reply